Quattro giorni a Venezia: ecco cosa vedere

Venezia è magica! Una di quelle città che più ci invidiano nel resto del mondo. Pensate che esistono circa 97 riproduzioni di Venezia sparse in giro per il mondo e noi abbiamo la fortuna di avere la vera Venezia a poche ore da casa noistra.

Ci sono stato più volte e mi ha sempre colpito. Ogni volta che arrivo ho la sensazione di entrare in un film. E’ facile camminare tra le calle, perdersi tra i suoi vicoli stretti ed essere attratti dagli angoli ancora inesporati.

Nonostante sia ci appena stato per la quarta volta, la sensazione di stupore non è cambiata. Qualche giorno fa, mi sono reso conto di non averne mai parlato quì sul blog, quindi è tempo di rimediare.

Per questa guida di quattro giorni a Venezia, quindi ho weekend lungo, ho pensato di unire i luoghi più iconici ad altri meno conosciuti e turisti lasciando almeno una giornata da dedicare alle isole: Murano e Burano.

Cosa vedere a Venezia in un weekend

Ghetto ebraico

La seconda volta che ho visitato Venezia ho alloggiato nel quartiere ebraico e mi ha conquistato. E’ stato istituito più di 500 anni fa ma tutt’oggi è abitato da una comunità ebraica ed è infatti proprio grazie a loro che si respira un’atmosfera autentica.

Le insegne dei locali e delle piccole botteghe sono scritte in ebraico. Oltre ad una passeggiata all’interno di questo distretto consiglio una visita al Museo Ebraico per approfondire la storia della comunità ebraica veneziana.

Piazza San Marco

In una guida di viaggio su Venezia non può mancare Piazza San Marco. Entrare in questa piazza è come entrare in un’altra epoca, impossibile non rimanerne affascinati.

Quest’ultima volta ho approffitato dei pochi turisti per salire su uno dei simboli della città e dell’Italia: il campanile o come viene chiamato dai venezia El paròn de casa (il padrone di casa).

Nel 1932 è stato installato un ascensore che in poco meno di 30 secondi arriva alla cella campanaria da cui si ha una vista a 360 gradi su tutta la città. Sicuramente la vista più bella che si può avere su Venezia dall’alto. Il biglietto costa 10€ e direi che ne vale assolutamente la pena.

Sempre in Piazza San Marco si trova Palazzo Ducale che anticamente era la sede del Doge e della magistratura veneziana. Fu fondato nel lontano 812. Più volte è stato colpito di incendi e di conseguenza ricostruito.

Solo passeggiando per Piazza San Marco non si può non rimanerne catturati ma la vera bellezza è all’interno tra stanze grandi, luminose e luccanti. Soffitti completamente affrescati, quadri che quasi sembrano fatti pochi anni fa.

La stanza che più mi ha colpito è Sala del Maggior Consiglio. Un tempo era la sede della massima magistratura veneziana. L’avevo vista tante volte in foto dal vivo ha tutto un altro fascino.

A mia grande sorpresa visitando Palazzo Ducale è possibile anche visitare il famoso Ponte dei Sospiri. Chiamato così per via dei sospiri dei prigionieri della Serenissima, che di qui passavano prima di essere giudicati dagli Inquisitori di Stato. Vedere le prigioni, il tragitto che facevono i prigionieri per andare in cella e la vista assolutamente unica sul canale è stato bello è molto suggestivo. Penso che anche solo per questo Palazzo Ducale sia una tappa assolutamente da fare quando si visitare Venezia.

Ponte di Rialto

Altro posto iconico di Venezia è Ponte di Rialto. Nel 1593 è stato sostituito dall’antichissimo ponte fatto con barche di legno che permetteva il passaggio verso il frequentatissimo mercato di Rialto. La vista su Canal Grande l’ha reso uno dei luoghi più frequentati della città.

Nonostante sia sempre affollatissimo se state cercando un posto dove fare delle foto da cartolina di Venezia questo è il posto giusto.

Fondaco dei Tedeschi

Proprio affianco a Ponte di Rialto si trova il Fondaco dei Tedeschi. Si tratta di un ex magazzino utilizzato dai mercati tedeschi nel XIII secolo. Dopo una serie di incendi e passaggi di proprietà nel 2008 è stato trasformato in un centro commerciale. La parte più bella e interessante del Fondaco dei Tedeschi è la terrazza in cui si può salire gratuitamente e avere una vista sui tetti di Venezia.

La vista da quassù è mozzafiato. Si vedono le cupole della Basilica di San Marco, il campanile di San Marco, il Canal Grande con i suoi palazzi, i tetti e le altane di Venezia, il Ponte di Rialto, i campanili delle chiese di Venezia, e mille altri particolari che si possono ammirare solo dall’alto. Per anni ho visto foto da queste terrezza ma non sapevo dove si trovasse, quest’ultima volta sono riuscito a scovarla ed è sicuramente uno dei punti panoramici più belli di Venezia e al tramonto dev’essere ancora più bello.

Museo Peggy Guggenheim

Nella lista dei musei da vedere a Venezia ci dev’essere assolutamente il Museo di Peggy Guggenheim. All’interno si trova la più prestigiosa raccolta italiana dedicata all’arte europea e americana della prima metà del 1900. Peggy Guggenheim è stata una grande artista e una collezionista che ha scoperto e fatto conoscere al mondo tanti artisti moderni. Da Salvador Dalì fino a Picasso, da Pollock a Mirò. E’ sorprendente quante opere sia riuscita a mettere insieme.

Il biglietto costa 15 euro ed è aperto tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 10:00 alle 18:00.

Punta della Dogana

Punta della Dogana è uno dei musei d’arte contemporanea da non perdere a Venezia e visitando Palazzo Grassi l’ingresso è gratuito. Il Museo ospita, tra le altre, le opere della Fondazione François Pinault F

Proprio accanto alla Basilica di Santa Maria della Salute s’incontrano Canal Grande e il Canale della Giudecca. Questo è un’ottimo punto per vedere Piazza San Marco da un punto di vista diverso.

Ponte del Lovo e Palazzo Tetta

Se siete in cerca di scorci particolari e un pò insoliti Ponte del Lovo e Palazzo Tetta fanno al caso vostro. Il primo è l’unico ponte da cui si può ammirare il Campanile di San Marco in tutto il suo splendore da una visuale molto particolare.

Mentre Palazzo Tetta è l’unica casa di tutta Venezia ad avere tre lati che si affacciano sull’acqua. Proprio per questa sua caratteristica è uno degli edifici più fotografati della città. Non è semplicissima da trovare. Il punto esatto è Il Rio Santa Marina ma Il posto migliore per osservare questa strana casa è dalla sommità del Ponte dei Conzafelzi.

Escursione di un giorno a Murano e Burano

Ho scritto questa guida di tre giorni a Venezia perchè, secondo me, una giornata va dedicata a Burano e Murano che sono due delle isole più belle e famose dalla laguna veneziana.

Visitare Murano e Burano in giornata è fattibile ma consiglio di organizzarsi bene con i tempi perchè sono luoghi sempre molto affollatti e nonostante siano molto vicine l’una all’altra i vaporetti son piccoli e si riempiono molto velocemente quindi c’è il rischio di fare lunghe file prima di salire.

Si può scegliere di fare ho un biglietto con corsa singola che costa 7,50 euro oppure Il biglietto costa 20 euro che consiglio perchè permette di salire e scendere tutte le volte che volete dal vaporetto e potete visitare anche le altre isole, se vi avanza del tempo.

Murano è la città del vetro quindi la prima cosa da fare è visitare la Vetreria Artistica Guardinieri, una delle vetrerie più celebri di Murano dove ogni giorno vengono organizzate delle brevi dimostrazioni sulla lavorazione di oggetti utilizzando la tecnica del vetro soffiato che risale al I secolo a.C. Il costo di questa dimostrazione costa 3 euro e vi consigli vivamente di partecipare è pazzesco vedere come viene lavorato il vetro in questo modo e come una tecnica così antica sia ancora viva.

Burano è la città dei pizzi, infatti nelle viette troverete un sacco di negozi che vendono scarpe, bavaglini e quant’altro tutti fatti di pizzo. Ma uno dei motivi per cui è Burano è così famosa sono le sue casette colorate. Si dice che in origine le case non erano così ma che siano state dipinte ai tempi in cui i pescatori tornavano a casa la sera, ma non vedevano nulla per colpa della spessa coltre di nebbia che attanagliava Burana.

Inutile dire che ho passato ore a scattare foto tra i suoi vicoli. Le strade principali, quelle che costeggiano i canali, sono costellate di case colorate e sembra di stare dentro un arcobaleno. Il mio consiglio però è di girare e scoprire la vera Burano quella della signore che lavorano il merletto e i bambini che giocano a pallone.

________________________________________
________________________________________

Zaino da viaggio: Thule paramount 29L
Lista degli accessori da viaggio
Drone: https://amzn.to/3fBvTKL
10€ di sconto per la carta Hype (la carta che uso quando viaggio)

34€ di sconto su Airbnb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.